Spedizione gratuita da 30€ Vai allo shop

Moda sostenibile e cosmetica: come vivere green

Moda sostenibile e cosmetica: come vivere green

L’industria della moda è responsabile del 10% dell’inquinamento globale, seconda solo al settore petrolifero. Comprendere quanta acqua e risorse sono necessarie per fabbricare degli indumenti è sconvolgente. Ad esempio, per realizzare una t-shirt in cotone sono necessari 2500 litri di acqua.

Il mondo della cosmetica, se pur meno impattante, è comunque complice di un ulteriore aggravamento di questa situazione.

Inoltre non bisogna sottovalutare gli effetti del consumismo: siamo abituati ormai a comprare vestiti e cosmetici a basso costo, senza preoccuparci della loro qualità ed eticità, quando non ne abbiamo neanche davvero bisogno. Ci riempiamo gli armadi e le trousse, dimenticandoci della metà dei prodotti e dei vestiti che abbiamo, finendo per buttarne un sacco, sprecandoli e creando rifiuti non necessari.

È arrivato il momento di essere più consapevoli, di impegnarci attivamente e quotidianamente a fare scelte sempre più sostenibili ed ecologiche. Il concetto dell’economia circolare può essere una delle soluzioni da applicare in tal senso.

In questo articolo cercheremo di mostrarti come vivere in modo sostenibile, scegliendo una moda e una cosmetica sostenibile, senza dovervi per forza rinunciare.

 

Moda sostenibile, cos’è?

Se dopo questo primo paragrafo hai pensato “sì ma la moda sostenibile cos’è”, non ti preoccupare, è proprio quello che ti andremo a spiegare ora!

Con il termine “moda sostenibile”, si intende un approccio più attento all’impatto ambientale, economico e sociale su tutta la filiera produttiva del settore e che segua un modello più rispettoso per il pianeta, inclusivo e solidale.

Perciò chiariamo: per definirsi sostenibile l’industria della moda non deve “solo” rispettare l’ambiente, ma anche la salute e i diritti dei lavoratori e dei consumatori. Si parla quindi non solo di moda sostenibile, ma anche etica.

Per garantire ai consumatori che il marchio di moda che stanno acquistando sia davvero green, esistono una serie di certificazioni (come la Gots, la Ocs e la Grs) e vengono rilasciate da organizzazioni locali ed internazionali.

Le certificazioni si ottengono nel momento in cui i brand si attivano per lavorare con materie prime meno inquinanti, riducono gli sprechi di acqua ed elettricità e producono i capi senza sfruttare i propri lavoratori.

 

moda sostenibile

Come vivere in modo sostenibile la moda e la cosmetica

Ecco i nostri 7 consigli per vivere una cosmetica e una moda più sostenibili:

  • Il primo potrebbe essere il più scontato ed è scegliere brand sostenibili e attenti all’ambiente. I brand di cosmetica e moda sostenibile che fanno attenzione al proprio impatto ambientale esistono, bisogna supportarli e iniziare a fare delle scelte consapevoli;
  • Evita i resi compulsivi: con gli acquisti online, spesso si comprano capi senza farsi troppe domande o assicurarsi che la taglia e le misure scritte siano le nostre, “tanto al massimo lo mando indietro”. Ecco, no. Trasportare i pacchi avanti e indietro inquina tantissimo, è consigliabile accertarsi, per quanto possibile, che la taglia del capo scelto sia quella corretta;
  • Preferire i prodotti cruelty-free: le industrie del fashion e della cosmesi non danneggiano solo il pianeta e le persone che sfruttano, ma anche gli animali. È preferibile scegliere prodotti che non siano stati testati sugli animali o che non ne contengono derivati;
  • Dare una seconda vita ai capi che non utilizziamo più: che sia facendo un lavoro di taglia e cuci, che sia rivendendolo o donandolo o trasformandolo in qualcosa di nuovo e creativo, la cosa importante è non creare più rifiuti di quelli necessari;
  • Non comprare se non ti serve, o detto in altre parole, “less is more”. Meglio scegliere pochi prodotti, gli essenziali e di buona qualità, così che possano durare nel tempo;
  • Scegli prodotti beauty ecosostenibili: al giorno d’oggi non è così difficile fare una scelta più green, esistono milioni di alternative ai classici prodotti usa e getta che siamo abituati ad usare. Preferisci i dischetti struccanti lavabili e riutilizzabili ai soliti usa e getta, spazzolini in bambù invece di quelli in plastica, shampoo e profumi solidi così da diminuire i packaging necessari;
  • Aggiornati sulle novità del tema sostenibilità: siamo pieni di articoli, news, post sui social che riguardano l’argomento, anche in ambito moda e cosmetica. Rimanere aggiornati e interessarsi, ci portare ad accrescere costantemente la nostra consapevolezza, portandoci a fare e trovare le scelte più ecosostenibili.

 

Moda e cosmetica sostenibile, a che punto siamo?

Ormai da qualche anno la consapevolezza sui rischi di inquinamento causati da moda e cosmetica, esiste e fortunatamente, cresce costantemente.

Sempre più consumatori chiedono e preferiscono brand che hanno fatto una scelta più green, e all’aumentare della domanda, è aumentata anche l’offerta.

L’industria cosmetica in Italia rappresenta uno dei settori più sviluppati nel nostro paese. A caratterizzare il mercato della cosmesi italiana è lo spirito di iniziativa e l’attenzione alle esigenze dei clienti.

E come abbiamo detto, i consumatori sono sempre più orientati verso scelte ecosostenibili, soprattutto le ultime generazioni. Questo ha spinto le aziende a cercare di rinnovarsi e garantire gli standard di sostenibilità richiesti.

Lo stesso discorso si può applicare per l’industria della moda. Grazie all’enorme richiesta e alle nuove tecnologie e processi produttivi, questo settore si sta sempre più spostando verso l’idea di una moda sostenibile e solidare.

Non siamo ancora arrivati al traguardo finale, ma siamo sulla buona strada per provare a migliorare la situazione attuale.